This website does readability filtering of other pages. All styles, scripts, forms and ads are stripped. If you want your website excluded or have other feedback, use this form.

Artonline

success fail Feb NOV Jan 20 2004 2005 2007 37 captures 14 Apr 2001 - 04 Mar 2016 About this capture COLLECTED BY Organization: Alexa Crawls Starting in 1996, Alexa Internet has been donating their crawl data to the Internet Archive. Flowing in every day, these data are added to the Wayback Machine after an embargo period. Collection: Alexa Crawl EF Crawl EF from Alexa Internet. This data is currently not publicly accessible. TIMESTAMPS  









La Vergine intercede presso Cristo per la città di Napoli
Archivio Giunti Intercessione della Vergine
1631
affresco
Napoli, cattedrale, cappella del Tesoro di San Gennaro, cupola La chiamata a Napoli di Domenichino per decorare la cupola della monumentale cappella del Tesoro della cattedrale di Napoli si colloca al termine di una complessa e intricata vicenda. A partire dal 1616, infatti, vari pittori si avvicendarono nell’incarico, tra cui il Cavalier d’Arpino, Guido Reni e Battistello. Nel 1630 fu contattato Domenichino, che si trasferì l’anno seguente a Napoli. Il programma iconografico della decorazione si incentra sulle storie di san Gennaro, mentre nei pennacchi sono raffigurate scene allegoriche celebrative della città. Il pennacchio a sinistra dell’ingresso, terminato nel 1633, raffigura La Vergine intercede presso Cristo per la città di Napoli. Visualizzazione dello spiccato culto mariano della città partenopea, l’affresco mostra in primo piano la personificazione della Penitenza, che calpesta la tigre, simbolo del peccato, mentre al centro, la Preghiera porge l’officio della Vergine, lo scapolare domenicano, e il rosario e poggia i piedi su una cartina geografica dell’Italia meridionale. Sull’altro lato compare l’Ardore della fede cattolica che calpesta l’Eresia e san Gennaro con le ampolle del sangue. Il ciclo napoletano costituisce per il bolognese un punto d’arrivo, in cui motivi iconografici e formali sono ormai resi senza innovazioni, e dove la tavolozza appare ormai ridotta.

Iconografia: Domenichino

  • Morte di Adone

  • La vergine e l'unicorno

  • Cardinale Girolamo Agucchi

  • Paesaggio con san Girolamo

  • Incontro di san Nilo e Ottone III

  • La comunione di san Girolamo

  • La caccia di Diana

  • La Sibilla Cumana

  • Santa Cecilia

  • Rimprovero ad Adamo ed Eva

  • Intercessione della Vergine

  • Paesaggio con fortificazioni